Attivisti Askatasuna dopo il blitz negli uffici dei servizi sociali di questa mattina, mercoledì 31 gennaio hanno ottenuto un incontro con i servizi sociali.

Attivisti Askatasuna

Gli attivisti Askatasuna sono riusciti così ad ottenere un incontro con l’assistenze sociale. O meglio un incontro tra gli assistenti sociali e la donna con tre figli che rischia lo sfratto.

Gli obiettivi

Obiettivo dell’incontro sarà la concessione del contributo economico per dare l’avvio alla segnalazione di emergenza abitativa. Inoltre viene richiesto che nel frattempo che la situazione si sblocchi l’assistente sociale invii una comunicazione alla questura al fine di bloccare l’articolo 610  relativo allo sfratto.

Attivisti Askatasuna

Gli attivisti  dello sportello Prendocasa legato al centro sociale di Torino Askatasuna questa mattina, mercoledì 31 gennaio hanno occupato la sede dei servizi sociali comunali. Si tratta infatti di un gruppo che sostiene le persone a rischio sfratto e senza casa.

I motivi dell’azione

Gli attivisti sostengono che gli operatori di non aver ricevuto una donna con tre bambini sotto sfratto da ottobre.  Hanno annunciato che  continueranno l’occupazione sino a quando la donna in questione non sarà ricevuta dagli uffici competenti.