Bocconi avvelenati nell’area cani del parco.

Bocconi avvelenati

Sono angosciati e arrabbiati da giorni. Hanno paura che qualcuno possa avvelenare i propri cani dopo il ritrovamento di bocconi sospetti avvenuto all’interno dell’area cani del Villaggio Fiat. Quella adiacente al Parco Pertini, a Settimo. Il ritrovamento è avvenuto lo scorso giovedì quando una padrona si è accorta della presenza di quattro «pacchettini» di carne nascosta in più punti del parchetto recintato e frequentato, ogni giorno, da decine di settimesi che portano lì i propri animali a sgambare.

Le indagini

La chiamata ai vigili urbani è stata immediata, lo scorso giovedì mattina e sul posto sono scattate tutte le verifiche del caso. Dalle prime ricostruzioni sembrerebbe che i pacchetti siano stati nascosti proprio nella mattinata. Perché la prima «utente» dell’area cani non ha notato la presenza dei bocconi sospetti. Alle 11, invece, i bocconi c’erano, ma nessuno si è accorto di persone che possano essere responsabili dell’abbandono. «Non ci fidiamo più e abbiamo paura che i nostri cani subiscano gravi conseguenze», racconta un cittadino solito frequentare l’area cani.

Leggi anche:  Amazon regala robot didattico ad una scuola

Le precauzioni

«Dopo il caso di giovedì – sottolinea -, in genere quando entriamo nell’area cani teniamo tutti i cani al guinzaglio. Dopo un giro di controllo, se non ci sono pacchetti o bocconi sospetti, liberiamo i cani». «E’ assurdo pensare che i problemi si possano risolvere in questo modo – commenta secca la padrona di un cane -. Che colpa hanno gli animali?». Il riferimento è ai difficili rapporti di convivenza tra padroni e residenti. «Siamo soliti beccarci degli insulti e delle grida che provengono dai palazzi vicini – commentano -. Non crediamo però che lasciare bocconi avvelenati sia la soluzione: e se giovedì mattina un cane fosse rimasto avvelenato?»