Guardia Medica proteste sulle mancate visite a casa.

Guardia Medica

Tra freddo e annessi malanni di stagione per i settimesi non c’è proprio pace. Ma la polemica che, sempre di più negli ultimi giorni, imperversa sui social network è tutta contro i dottori della Guardia Medica di via Leinì. L’ultimo racconto, almeno in ordine cronologico, arriva da una mamma che ha affidato il suo sfogo alle pagine del gruppo «Sei di Settimo se…» del noto social network Facebook.

Le segnalazioni

«Non ho più parole – scrive la mamma -. Mia figlia ha la febbre da tre giorni. Oggi mi deciso e chiamo la Guardia Medica». Racconta così nel post pubblicato nella mattinata di ieri, martedì 26 dicembre. «Risposta… “Se vuole porti qui sua figlia, noi usciamo solo per i pazienti non trasportabili”. Io ho risposto che non ho la macchina», evidenziando quindi le difficoltà a raggiungere la sede di via Leinì, accanto all’Asl To4 e al comitato locale della Croce Rossa Italiana. « “Allora chiami la pediatra domani”», ha sottolineato la mamma chiedendo il parere degli utenti.

Leggi anche:  Vandali scatenati danneggiata insegna in centro

Presto il presidio all’interno dell’ospedale civico

Tra poche settimane il presidio della guardia medica sarà trasferita all’interno dell’ospedale di Settimo, nello scenario della nuova Casa della Salute. Come annunciato, nei giorni scorsi dall’Amministrazione comunale e dell’Asl To4. Nonostante manchino poche ore dal trasloco nei nuovi locali sanitari, la Guardia medica è finita ancora una volta nel mirino delle polemiche dei settimesi.