Marito troppo silenzioso denunciato dalla moglie, il processo in tribunale ad Ivrea.

 

Marito troppo silenzioso

Un imprenditore di 57 anni di Chivasso  è  accusato per maltrattamenti in famiglia.  Infatti è accusato di aver sminuito e criticato la donna.

Secondo le accuse dell’ex moglie, durante  il matrimonio l’uomo avrebbe trascorso lunghi periodi senza rivolgerle la parola. A complicare la situazione poi il cattivo rapporto con suo unico figlio .L’uomo infine viene anche accusato di non aver  provveduto a versare il mantenimento al figlio. Oltre ai lunghi periodi in cui non parlava, secondo la donna, l’imprenditore aveva anche atteggiamenti di forte rabbia che sfociavano in comportamenti autolesionistici come sbattere la testa contro il muro.

Il processo

 

 

Il processo si sta svolgendo in  Tribunale di Ivrea. Nei giorni scorsi, è stata sentita la versione dell’imputato. La sentenza di primo grado è attesa per il prossimo 28 febbraio 2018.

Il figlio

Per quanto riguarda il figlio, invece c’è l’accusa nei confronti del 57enne di non aver provveduto a versare l’assegno di mantenimento nei suoi confronti. Il rapporto della coppia ha avuto due fasi: la prima è terminata con una separazione nel 2000 e il figlio aveva 3 anni. Ma pi i due sono tornati insieme sino al 2010. Sarebbe stato l’uomo ad andare di nuovo via di casa.  La donna ribadisce che l’uomo era solito avere lunghi e continui in casa con l’intenzione di volerla sminuire nella sua dignità. Solo in un caso l’imprenditore strattonò la donna. Non ci sono altri episodi di violenza fisica.