E’ caos ospedale a Chivasso, adesso parte la raccolta firme.

Caos in ospedale

Caos in ospedale con scene purtroppo di ordinaria quotidianità all’ospedale civico di Chivasso. Con i malati sistemati in ogni angolo, costretti a stazionare sulle barelle di fortuna anche per giorni. Una situazione che purtroppo dura da molto, da tropo tempo.

Le lamentele

«Basta con i politici parolai», si sussurra in quel fatiscente corridoio che dovrebbe essere la sala d’aspetto di un Dea.
Incalza una signora: «Ma a voi pare logico che a mio padre anziano in questo maledetto corridoio, dove è parcheggiato da tempo immemorabile, venga tolta ogni dignità. Un uomo che ha lavorato una vita e che ora rischia di morire qui nell’indifferenza di chi ha mille e più cose d fare. Nessun appunto a medici e infermieri e oss sono speciali e che li costringono a operare in condizioni assurde».

La raccolta firme

Qualcuno ha deciso di prendere la situazione in mano. Infatti c’è un gruppo di chivassesi che sta organizzando una raccolta firme per porre fine a questa «malasanità». Una raccolta firme non di facciata ma vera che deve andare a colpire quelli che decidono. perché Chivasso e il suo territorio meritano un ospedale vero.