Caos ospedale indetto un referendum.

Caos ospedale

Le sigle sindacali del mondo sanitario Fsi-Usae, Fials-Confsal e Nursing Up sono indignate. Il loro disappunto arriva dopo la scelta assunta dalla direzione sanitaria dell’Asl To4 sul prelievo di 434 mila euro dal fondo contrattuale del comparto sanitario. La somma, secondo quanto si apprende, dovrebbe essere ripartita e versata a soli 128 dipendenti dell’azienda sanitaria. Per questo hanno deciso di sollevare il caso sul tema delle posizioni organizzative dei dipendenti.

Indetto un referendum

“Abbiamo scelto di procedere con un referendum abrogativo – spiegano i sindacati – per dar voce ai dipendenti, per far arrivare la loro voce alla direzione sanitaria. Abbiamo scelto la modalità on-line poiché il direttore sanitario ci ha bloccato la possibilità di farlo con un banchetto allestito nei luoghi di lavoro”. “Ma per noi – concludono – non è un problema. Questo certamente non ha fermato la nostra azione e i lavoratori potranno votare fino a sabato 3 marzo”.

Leggi anche:  Consegnati 33 mila euro per i terremotati

Il caso posizioni professionali

Un tema che investe, quindi, numerosi lavoratori. Sono circa 3500 quelli sotto le dipendenze dell’Asl To4. “Nell’ambito pubblico, e nel nostro caso sanitario, non esiste la figura del Quadro nella gerarchia. Per questo motivo si creano delle posizioni organizzative. Una figura che in molte aziende sanitarie esiste”. A Verbania, per esempio sono 15, a Vercelli invece non ce ne sono. “L’Asl To4 – concludono – ha invece scelto di creare queste posizioni, e oggi siamo arrivati ad averne 128”.