Gatta salvata dalla strada la scorsa notte a Chivasso. La femmina di tre anni non mangiava da giorni.

Gatta salvata

Come spesso accade nell’Era dei social, ogni problema viene segnalato con un post. E, da quello nascono una serie di commenti che, quasi mai, si trasformano in azioni concrete. Ma a Chivasso c’è chi, anche con il termometro sotto zero e l’ora tarda, decide di aiutare il prossimo. Questo è quello che è successo nella zona dei Cappuccini dove era stata segnalata, appunto tramite i social, una gatta abbandonata. E ora, grazie a due donne, la gatta è stata salvata.

Il racconto

Il racconto dell’accaduto è molto emozionante. La protagonista l’ha voluto pubblicare sullo stesso social dove era stata denunciata la presenza di questa micia in difficoltà. La donna, insieme ad un’amica, infatti, è giunta sul posto dopo la mezzanotte. Lì hanno dato le prime cure e da mangiare alla gatta. Poi, l’hanno caricata in macchina e una di queste persone l’ha accolta a casa sua. Il mattino dopo le cure dal veterinario. Cure costose.

L’appello

L’appello delle due volontarie: “La sua degenza sarà lunga. Noi non abbiamo nessuna sovvenzione, ci autotassiamo costantemente sia per sostenere le spese veterinarie dei gatti di cui ci siamo fatti carico e che nessuno ha voluto, sia per comprare il cibo per le 12 colonie di cui ci occupiamo ogni giorno. Non è facile chiedere aiuto, ma non abbiamo scelta. Per favore, anche una piccola cifra significa tantissimo per noi. Aiutateci. Se potete, donate. Se Cappuccina ce la fa, non sarà più per tre donne di età diverse e con lo stesso cuore tenero. Sarà di ognuno di voi, la sua piccola vita che finora non ha avuto niente. Aiutateci per favore. Vi lascio i dati della postepay di Marina, che si può ricaricare in tabaccheria o in posta con una piccola spesa fissa. Postepay numero 5333 1710 4898 5705, codice fiscale GMBMRN59L53D933C”.