Gioco d’azzardo, San Mauro Torinese la città dove si gioca di più.

Gioco d’azzardo

Sono dati preoccupanti quelli che riguardano il gioco d’azzardo e forniti dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Le «puntate» avvenute sul territorio sanmaurese sono in aumento, così come le perdite. Inoltre, la recente legge per il contrasto al gioco patologico, da oltre un mese, sta impegnando le Amministrazioni comunali per la sua perfetta applicazione, ma sembrano essere molte le lacune del dispositivo. Di conseguenza, il tema è al centro dell’attenzione, ma al tempo stesso particolarmente delicato.

Caso San Mauro

Stando ai dati forniti dall’Aams, a San Mauro nel 2016, sono stati puntati oltre 14 milioni e 387 mila euro complessivi. Lotto e scommesse sportive sono le tipologie di gioco «preferite» sul territorio, registrando, rispettivamente, 2.763.639,50 euro di puntate (indicati come “Raccolta” nelle tabelle) e 2.047.564,20 euro. Totali che celano spese da capogiro, ovvero le perdite al gioco: 1.712.610,54 euro «buttati» al lotto e 1.781.603,97 nelle scommesse sportive a quota fissa.

Leggi anche:  Sciopero treni disagi per 23 ore

L’intervento

Questi rappresentano solo alcuni dei numeri su cui Raffaele Quitadamo, vicesindaco con deleghe alle Politiche Sociali, e le associazioni aderenti al Tavolo per la Legalità hanno deciso di intervenire. Allo studio, infatti, ci sono dei progetti rivolti alla cittadinanza per contrastare concretamente un fenomeno sempre più diffuso. Il 2016, ad esempio, ha chiuso registrando un aumento delle puntate pari a 1.348.622,73 euro.