È nata l’associazione “#Piemont – Noi siamo di qui”

È nata l’associazione “#Piemont – Noi siamo di qui”. Una dozzina di giovani piemontesi, di età compresa fra i 22 e i 31 anni, dopo essersi incontrati fra i banchi del corso ITS “Tecnico superiore esperto di filiera risicola e cerealicola”, hanno deciso di costituire un’associazione culturale, senza fini di lucro, con lo scopo di promuovere la conoscenza dei prodotti enogastronomici della regione piemontese.

“Proveniamo tutti da zone del Piemonte diverse, però ciascuno di noi ha un suo prodotto del cuore: il riso vercellese, le nocciole delle Langhe, i vini del Monferrato, il fagiolo di Saluggia…” spiega Daniele Drusian, presidente di #Piemont, che fonde nel suo nome il binomio fra la contemporaneità (#, il simbolo degli argomenti di discussione sui social-network) e la tradizione (Piemont, l’espressione dialettale che indica il Piemonte).

Inoltre, nel logo, compare il claim “noi siamo di qui” che è omaggio al poeta vercellese Giorgio Sambonet, i cui celebri versi riportano “A chi forestiero domanda /se questa è la terra migliore / rispondo: noi siamo di qui. / E se prosperi altri campi mi mostra / rispondo: noi siamo di qui”.

Leggi anche:  Blocco auto diesel euro 4 oggi

Animati dal forte legame con le proprie radici, i ragazzi di #Piemont intendono mettere in campo iniziative volte a diffondere la conoscenza del territorio piemontese (itinerari ciclo-pedonali) e dei suoi prodotti (degustazioni, conferenze e feste di piazza), un patrimonio inestimabile, talvolta non valorizzato a sufficienza.

“Ci piace l’idea di riportare i ragazzi in piazza, riprendere possesso di spazi comuni, organizzando appuntamenti pubblici che diffondano, anche fra i più giovani, la consapevolezza di quanto sia ricca la nostra terra” conclude Drusian.

La nascita dell’associazione è in linea con il progressivo ritorno dei giovani al mondo dell’agricoltura, con la volontà di comunicare e diffondere fra i consumatori quanto c’è di buono nel nostro Paese. A cominciare, ovviamente dal Piemonte. Perché, in fondo, noi siamo di qui.