Influenza aviaria due casi in Piemonte, e più precisamente nel vicino Astigiano.

Influenza aviaria

I controlli effettuati dall’Asl di Asti hanno rilevato, infatti, la presenza di influenza aviaria in due allevamenti. Il primo si trova a Montechiaro d’Asti mentre il secondo a Montiglio Monferrato. Come previsto dalla normativa, il presidente della Regione Sergio Chiamparino e l’assessore alla Sanità Antonio Saitta hanno firmato un’ordinanza. Il documento istituisce e definisce una zona di protezione di 3 chilometri e una zona di sorveglianza di 10 chilometri attorno al focolaio.

Gli accertamenti

Gli accertamenti, svolti dall’Asl in collaborazione con l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Torino, sono stati compiuti in seguito a una mortalità sospetta in uno degli allevamenti. I campioni prelevati sono stati inviati nei giorni scorsi al Centro di Referenza nazionale per le patologie aviarie dell’Istituto Zooprofilattico delle Venezie.

L’esito

L’esito è già giunto. Il settore Prevenzione e Veterinaria nel frattempo ha già provveduto ad allertare anche i presidi di Prevenzione e Profilassi Veterinaria di Alessandria e di Cuneo. Il virus responsabile del focolaio è, infatti, la variante H5N8.