Nuovi medici e ambulatori in città grazie alla Casa della Salute a Settimo Torinese.

Nuovi medici e ambulatori

Oggi, sabato 16 dicembre, infatti, si è svolto l’«open day» per i nuovi spazi che sono stati allestito al pian terreno dell’ospedale settimese. L’open day, organizzato a livello regionale, riguarderà evidentemente anche il nuovo polo settimese. Qui, il progetto che è stato predisposto e che partirà con il nuovo anno, si propone di rafforzare ulteriormente l’ospedale civico settimese. Arricchendo di numerosi servizi medici ed infermieristici di altissimo livello.

Le novità

L’ospedale civico di Settimo ha un bacino di utenza che non riguarda soltanto la nostra Asl di riferimento, la To4, ma anche l’Asl torinese To2. Tra i servizi ambulatoriali già aperti e quelli che verranno aperti entro i primi giorni del 2018 si registrano importanti novità. Tra cui, per esempio, il Consultorio rivolto con particolare attenzione alle donne di ogni età e alle donne in gravidanza e che verrà potenziato con attività diagnostiche e specialistiche. Ci sarà, inoltre, l’Oncologia relativa proprio ai pazienti di Asl To2 e Asl To4. E ancora, la Cardiologia agganciata all’emodinamica di Ciriè. Ci sarà, ancora e come già annunciato, l’Otorino con particolare cura ai pazienti oncologici e punto di riferimento regionale. E, ancora, la cardiologia generale, cure palliative, ostetricia, le ecografie, ortopedia e le cure del dolore e ortopedia.

Leggi anche:  Stramandriamo 2018 mandateci la vostra foto

I progetti

Ma il lavoro non si ferma. E, infatti, sono ancora molti i progetti in via di realizzazione. Primo tra tutti c’è lo spostamento, nella sede di via Santa Cristina, della Guardia Medica di Settimo con alti livelli di sicurezza, la collaborazione con i medici di famiglia. «Siamo orgogliosi – commenta soddisfatta l’assessore alla sanità del Comune di Settimo Rosa Catenaccio -, di essere riusciti a realizzare questo progetto straordinario realizzato grazie ad un importante lavoro di squadra tra Amministrazione comunale, Management dell’Ospedale e Asl. La medicina territoriale rappresenta una nuova concezione della sanità che mette il paziente al centro del percorso di cura e gli offre servizi in una struttura unica cercando di venire incontro alle fragilità e alle cronicità».