Nuovo ponte e più parcheggi a Torrazza Piemonte. Il primo cittadino Massimo Rozzino rivoluziona la viabilità in centro portando delle migliorie.

Nuovo ponte e più parcheggi

Detto, fatto. Il primo cittadino di Torrazza Piemonte Massimo Rozzino aveva annunciato qualche settimana fa le future modifiche alla viabilità cittadina. E aveva anche rassicurato il capogruppo Guido Roveta sulla situazione di Gramsci. Roveta, infatti, aveva sottolineato le difficoltà legate alla sosta selvaggia, ad ogni ora del giorno e della notte. Ecco che Rozzino crea nuovi parcheggi e cambia la viabilità in vista dell’apertura del nuovo ponte.

Con il nuovo ponte…

«Proprio in questi giorni – spiega il primo cittadino Rozzino – è in corso l’asfaltatura del ponte che collegherà piazza del Municipio con via Santa Chiara. Dopo questo intervento si procederà al collaudo e poi all’apertura. Secondo il cronoprogramma il tutto dovrebbe terminare entro la metà di giugno quando sarà aperto il ponte. Con questa nuova via di comunicazione, che ha lo scopo di alleggerire il traffico, abbiamo deciso di modificare la viabilità. La strada infatti che collegherà via Mazzini al nuovo ponte, cioè quella che costeggia piazza del Municipio lato scuola primaria, sarà trasformata a doppio senso. Da lato opposto alle scuole sarà vietato sostare con le auto e qualsiasi altro mezzo, mentre dal lato opposto sarà possibile. Resteranno i parcheggi vicino al salone di Vita Tre e nella piazzetta a destra (dando le spalle a via Mazzini) a lisca di pesce».

Leggi anche:  Chiude scuola dell'infanzia 29 GIUGNO ULTIMO GIORNO

In via Gramsci

Rozzino si è preso a cuore anche il problema di via Gramsci, la via della sosta selvaggia. «Sono andato io stesso a misurare – spiega Rozzino – Non è possibile prevedere la sosta in entrambe i lati della strada. Quello che è possibile fare e faremo è modificare la linea che divide la due corsie. Al momento è continua, si opterà per realizzare quella tratteggiata così da consentire di parcheggiare anche dal lato opposto. Abbiamo deciso di ritornare alla sosta alternata, cioè nei giorni dispari a sinistra mentre nei giorni pari a destra». Insomma l’Amministrazione comunale sta cercando in ogni modo di rendere più fluido il passaggio dei mezzi sul territorio, soprattutto in centro dove il problema della sosta selvaggia è oramai all’ordine del giorno. Non è una novità trovare le auto ferme lungo la carreggiata con le quattro frecce, quando le hanno.