Oculistica nuovi servizi ospedalieri e ambulatoriali, il Piemonte pensa in grande.

Oculistica, le novità

Al via la Rete di oculistica della città di Torino. Nuovi servizi ospedalieri e ambulatoriali, rinnovo e potenziamento delle tecnologie, ampliamento dell’offerta per  ridurre, infine, le liste d’attesa. Entro metà dicembre, infatti, aprirà il nuovo e attrezzato Pronto soccorso h 24. Sia all’ospedale San Giovanni Bosco sia all’interno della Città della Salute, ci sarà la chirurgia oculistica complessa. La scelta della Giunta Chiamparino, infatti, è stata però quella di ampliare l’offerta senza penalizzare  troppo i cittadini che utilizzano il servizio. Insomma, Torino godrà di importanti novità in campo medico.

La sede dell’Oftalmico

L’attuale sede dell’Oftalmico di via Juvarra diventerà un polo territoriale con ampia offerta. Qui saranno mantenute diverse attività oggi presenti. Rimarranno la chirurgia ambulatoriale e il percorso per gli ipovedenti. Sarà costituito, in via sperimentale, un ambulatorio diurno ad accesso libero che accoglierà pazienti non urgenti. Il tutto, infatti, nell’ottica dell’attivazione della nuova Casa della Salute nel presidio di via Juvarra.

Leggi anche:  Virgo Fidelis sabato la giornata dei Carabinieri

La parola di Saitta

“Ho concordato con la direzione delle aziende sanitarie il mantenimento in via Juvarra di una forte attività ambulatoriale. La  nuova rete oculistica, infatti, ha richiesto un processo lungo e condiviso con i sindacati. Il nostro obiettivo è rafforzare dunque l’offerta”.