Olimpiadi 2026 Settimo vuole il Villaggio Olimpico.

Olimpiadi 2026 a Torino

Le ultime settimane sono state dominate dalla discussione politica per la candidatura di Torino ad ospitare le Olimpiadi invernali del 2026, a vent’anni esatte da quelle del 2006. Un’ipotesi che, in particolar modo negli ultimi giorni, sta contrapponendo ancora una volta la Città di Torino a quella di Milano che sogna, anch’essa, una candidatura per ospitare l’evento sportivo. E’ di oggi, giovedì 22 marzo, la notizia che anche la Città di Settimo vuole fare la sua parte.

Settimo disposta a ospitare il Villaggio Olimpico

La Città di Settimo è infatti disposta ad ospitare una delle opere di più difficile inquadramento, il Villaggio Olimpico. L’area individuata per ospitare questa imponente struttura è quella compresa tra Settimo e Torino e, in particolare, nella zona di sviluppo di Laguna Verde. Un’ex area industriale che non comporterebbe, quindi, un ulteriore consumo di suolo e, ancora, particolarmente connessa (tra ferrovia e autostrada) con tutta la rete dei trasporti del territorio.

Leggi anche:  Sposarsi a 4554 metri: si può alla Capanna Margherita

Ex Moi inutilizzabile

Una candidatura che parte da un altro presupposto. Il Villaggio Olimpico realizzato per Torino 2006 è, di fatto, inutilizzabile. Il CIO, il Comitato olimpico internazionale, inoltre, prevede che tale struttura sia costruita in un’unica area e che ospiti circa 3000 persone. Settimo ha quindi scelto di mettere a disposizione l’area di Laguna Verde, una soluzione “low cost”, sostenibile e già pronta e collegata perfettamente con Torino.

Il commento del sindaco Puppo

“Abbiamo avanzato questa proposta perché intendiamo mettere a disposizione un’opportunità concreta e a basso impatto”, commenta il sindaco di Settimo Fabrizio Puppo. Opportunità “Che può essere utile in chiave di candidatura. Intendiamo a breve parlarne direttamente con la sindaca Appendino e con il Presidente Chiamparino”.