Un sondaggio per sapere da che parte state.

CHIVASSO – I presidi hanno dichiarato guerra alle chat di classe su WhatsApp. Un disagio che i dirigenti scolastici milanesi hanno espresso in modo palese ma che era già emerso in alcuni casi sporadici nella zona di Bologna e dell’hinterland lombardo.

Le chat sono diffusissime anche in provincia per le scuole di ogni ordine e grado. Durante questa settimana, in pieno periodo di elezione dei rappresentanti di classe, è comune stentire il suono delle notifiche sui telefoni di mamme e papà che si stanno ancora organizzando.

Ma l’anno scolastico è appena cominciato.

E voi, siete favorevoli o contrari alle chat di classe su WhatsApp?