Prostituzione nei night: si è chiuso in Corte d’Appello a Torino il processo di secondo grado scaturito dall’operazione «Poker d’assi». Come scrive Novaraoggi.

Prostituzione nei night

A quasi sei anni dalla sentenza di primo grado emessa a Novara nel settembre del 2012, si è chiuso nei giorni scorsi in Corte d’Appello a Torino il processo di secondo grado scaturito dall’operazione «Poker d’assi». L’inchiesta culminata nel 2006 con la chiusura di night e motel nella zona dell’Aronese.

Gli imputati

Tra gli imputati anche l’ex vicesindaco aronese Massimiliano Janowschi, in carica in città dal 2002 al 2005. Questi era finito nei guai per aver collaborato alla direzione del locale Orient Express ad Arona.

Le condanne

Martedì 10 la sentenza. Diciotto le condanne, 5 per i cosiddetti «civili», ovvero persone non appartenenti alle forze dell’ordine, e 13 per gli esponenti delle forze dell’ordine. Per quanto riguarda i civili: sei anni e sei mesi per Cesare Pastanella (era stato condannato a 7 anni e 4 mesi in primo grado). 4 anni e mezzo per Massimiliano Janowschi (a Novara aveva rimediato 6 anni). 3 anni e mezzo per Maja Martinovic. Un anno e mezzo per Cristian Cavicchio (con i benefici di legge) e Mustapha Khiri.

Leggi anche:  Chiude unica banca | Il disagio

Per gli esponenti delle forze dell’ordine: 5 anni e 3 mesi a Gabriele Schiavone, 5 anni, un mese e 15 giorni per Fabio Pettinicchio. 5 anni per Vladimiro Marra e Alessandro Lotta. 4 anni e 9 mesi ciascuno per Massimiliano Sirsi, Stefano Baggio, Corrado Bertona, Calogero Calì, Paolo Donati, Angelo Esposito, Alessio Luci, Ciro Mirante e Davide Piscopiello. Infine prescritto il reato di falso contestato al carabiniere Giuseppe Imbimbo.