Reddito inclusione attivate procedure per l’erogazione dei contributi.

Reddito inclusione

Il Cissa, il consorzio intercomunale dei servizi socio-assistenziali, ha attivato le procedure per l’attivazione del RE.I (Reddito d’Inclusione). E’ una misura di contrasto alla povertà dal carattere universale, “condizionata alla valutazione della condizione economica”.

Quando sarà erogato e come

Il Cissa spiega che “sarà erogato dal 1° gennaio 2018”. E, inoltre, “sostituirà il Sia, il sostegno per l’inclusione attiva e l’Asdi, l’assegno di disoccupazione”. Il Re.i si compone, ancora, di due parti. E’ composto infatti di un beneficio economico erogato mensilmente attraverso una carta di reddito elettronica. Ma anche di “un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa”. Un’azione quindi che punta al superamento della condizione di povertà.

Il Comune “regista”

I progetti e le azioni saranno infatti coordinate dagli operatori del servizio sociale del Comune di residenza. Un’azione concreta che dal 1° gennaio 2018 potrebbe, secondo le intenzioni, migliorare le condizioni di vita delle persone che vivono in uno stato di comprovata difficoltà. Per tutte le informazioni relative alla normativa vigente e alle modalità di accesso al Reddito di Inclusione si può visitare il sito internet del Cissa.