Sacchetti frutta e verdura: arriva una circolare del Ministero della Salute per placare le polemiche da parte dei consumatori.

Sacchetti frutta e verdura

Qualche mese fa non si parlava d’altro: i sacchetti per frutta e verdura del supermercato divenuti a pagamento. Polemiche su polemiche e alla fine è arrivata oggi, lunedì 30 aprile, la circolare del Ministero.

La rivolta sui social

La circolare

I sacchetti si potranno portare da casa ma dovranno avere le stesse caratteristiche di quelli dei supermarket. Ovvero monouso, nuovi, adatti per gli alimenti e compostabili (cioè biodegradabili in 3 mesi).

Il caso

Con l’inizio dell’anno i sacchetti per il confezionamento della frutta e verdura al supermercato costano. Una decisione che ha trovato grande parte della popolazione contraria che, in questi giorni, sta studiando ogni tecnica per non dover pagare questi sacchetti. E c’è chi pensa al riuso di questi oppure di pesare ogni singolo prodotto e mettere su questa l’etichetta.