Per il bambino nato a metà  dicembre le cure non sono bastate. Si è spento giovedì scorso

Un inizio d’anno nel segno della beneficenza che unisce Torino a Roma. E’ una vicenda che racconta la storia di due giovani genitori che, lo scorso 16 dicembre, hanno visto nascere il loro primo genito affetto da una grave grave asfissia che aveva cagionato al bimbo un danno cerebrale. E così i due genitori, dopo la sua morte giovedì, hanno deciso di salvare la vita ad altri bambini donando gli organi del loro bimbo. E venerdì mattina l’équipe di Cardiochirurgia dell’ospedale Bambin Gesù di Roma erano a Torino, e più precisamente al Maria Vittoria, per asportare questo piccolo cuoricino che servirà, appunto, a donare la speranza ad un’altra famiglia di una bimba di soli 5 mesi.

Una storia che fa commuovere ma che allo stesso tempo insegna l’importanza della generosità.