Via delle Terre d’Acqua, tra pioppi e cuculi la tappa di oggi, lunedì 14 maggio che ha visto affrontare altri 40 chilometri il camminatore Marco Leone con Forrest.

CLICCA QUI E SEGUI TUTTO IL CAMMINO GRAZIE AL NOSTRO SPECIALE

Tra pioppi e cuculi

Completamente diverso infatti rispetto a ieri, domenica 13 maggio, basta “mare a quadretti” oggi ci si nutre di verde, in tutte le sue tonalità. “Filari dei pioppi – racconta leone a fine tappa – mi hanno accompagnano lungo la strada. La strada è incantevole sospesa fra cielo e terra perché si cammina quasi sempre su argine a circa 7-8 metri sul livello del suolo incredibile come cambia la prospettiva. Certo il percorso non è mozzafiato non ci sono ghiacciai, barriere coralline o strani animali esotici ma man mano che si procede sulla via ci si rilassa ci si lascia cullare dal fruscio delle foglie dei pioppi e dal canto del cuculo. Poi i fagiani”.

LA SECONDA TAPPA

Un luogo incantevole

“Dopo pranzo arrivo in un luogo magico mi ricorda un vecchio film La laguna dorata. Molto molto bello. La tappa, infatti, finisce con una salita di 3 chilometri  che sarà probabilmente unica salita del viaggio. E, infine, due docce”.

Leggi anche:  Vie delle Terre d’Acqua oggi la partenza IL VIDEO

Fine giornata

Marco Leone dunque dopo aver montato la tenda ed essersi riposato va alla scoperta del territorio. Per oggi, infatti, altri 40 chilometri andati.