Vigili condannati a Brandizzo. La minoranza chiede incontro con sindaco e segretario ma il primo si nega.

Vigili condannati, la minoranza

La minoranza Alternativa Civica annuncia che ha scoperto dai media del macigno che si è abbattuto sull’amministrazione comunale di Brandizzo. Il comandante della Polizia Municipale di Brandizzo ed il suo vice, infatti, avrebbero falsificato proprio negli uffici comunali un ordine di servizio e il cartellino degli orari di lavoro. Condannati entrambe a due anni di reclusione con la condizionale. “Non si può negare che questa situazione abbia creato nocumento e una forte delegittimazione dell’amministrazione comunale facendo perdere autorità e credibilità a chi tutti i giorni commina multe e sanzioni. A coloro che dovrebbe invece rappresentare la legalità ed avere un’integerrima integrità morale” spiega il capogruppo Deluca.

Il caos multe

Deluca poi tocca un altro tasto molto dolente, quello delle sanzioni. “Ricordiamo il boom di multe effettuate con telecamere lettura targhe utilizzate in remoto e senza la presenza di alcun posto di blocco certificato, telecamere per di più non omologate e non segnalate? Proprio il vice comandante è il responsabile dell’immissione dati nei verbali e il comandante della Polizia Municipale figura spesso come accertatore. Multe dove viene affermata la presenza degli agenti in strada che però nessuno dei sanzionati ha mai visto. E l’unica prova, più volte richiesta ma mai consegnata, potrebbe essere data da ordini di servizio forniti dallo stesso comandante che alla luce di quanto accaduto che autorevolezza e credibilità possono avere? Vogliamo essere garantisti fino alla fine nei confronti di questi due dipendenti del Comune di Brandizzo. Ma per la posizione di rilievo che occupano non possono di certo continuare a mantenere i loro ruoli”.

Leggi anche:  Vaccini obbligatori bimbo cacciato dall'asilo

L’incontro con il segretario

Alternativa civica proprio per via di questa sentenza aveva chiesto un incontro con il sindaco e il segretario comunale. “Incontro proficuo che è avvenuto venerdì mattina alla sola presenza della segretaria comunale, mentre il sindaco si è negato”.