Illuminare casa è fondamentale! Per far risaltare le peculiarità di una casa è importantissimo riservare una particolare attenzione all’illuminazione. Se ben progettata può migliorare qualsiasi ambiente e creare un’atmosfera speciale. Una luce molto intensa e brillante stimola l’attività e nello stesso tempo rende i locali più ampi, al contrario una luce attenuata induce al rilassamento ed all’intimità e è più indicata in ambienti molto estesi oppure multiuso come ad esempio i moderni living.

Come classificare l’illuminazione

L’illuminazione può essere classificata in: mirata o “architetturale” quando serve per evidenziare un particolare come un quadro, una collezione dentro una vetrina oppure il camino posto all’angolo di una stanza. Può essere creata con faretti, sorgenti luminose da incasso e variatori di intensità luminosa (dimmer). Questo tipo di illuminazione è pensato per creare vere e proprie emozioni estetiche; diffusa per illuminare un ambiente nel suo insieme in modo uniforme. Si presenta priva di ombre marcate e tende a minimizzare la forma dei mobili e degli oggetti. Questo tipo di illuminazione trasforma l’ambiente in un ritrovo calmo e rasserenante.

Leggi anche:  Conto Termico 2.0 come funziona?

Illuminare casa

Gli apparecchi di illuminazione più adatti sono le lampade da soffitto e le lampade a sospensione; diretta per illuminare una zona in cui si svolgono attività specifiche come ad esempio leggere o cucinare oppure per far risaltare le forme e le dimensioni di arredi e oggetti contenuti nella stanza.
E’ indicata per creare un gioco di luci ed ombre che valorizzino al meglio l’ambiente ed è uno strumento per arredare e per rendere ogni ambiente più accogliente, suggestivo e piacevole da vivere. Si può realizzare con lampade da parete, da soffitto, da tavolo e da terra. Le più indicate sono quelle con braccio orientabile, perché si possono adattare continuamente alle più disparate esigenze.