Boschi bruciati, dopo gli incendi interviene Coldiretti

Boschi bruciati, le prospettive

Uno dei grossi problemi per il territorio collinare della nostra zona  è stato rappresentato dai boschi bruciati. Davvero gravi sono stati i danni, che hanno messo a rischio non soltanto la sicurezza del territorio. In base a quanto ipotizzato da Coldiretti, per la ricostruzione ci vorranno almeno 15 anni.

Da Coldiretti Torino

Spiega il presidente fabrizio Galliati: ” «Ci vorranno almeno 15 anni per ricostruire le aree andate a fuoco in provincia di Torino, come in Piemonte, con danni all’ambiente, all’economia, al lavoro e al turismo a causa della siccità, dall’incuria e dall’abbandono dei boschi, divenuti facile preda dei piromani”.

Il convegno

E’ stato organizzato per la giornata di venerdì 24 novembre, all’Istituto tecnivo Vittone di Chieri, un convegno. Il tema trattato sarà “Alberi, siepi e filari campestri, sfide ed opportunità per il paesaggio e l’agricoltura chierese”. tra i relatori anche Giovanni Rolle, vice direttore di Coldiretti.