Casa Pound al mercato di libero scambio.

Casa Pound

Gli esponenti di Casa Pound hanno espresso il proprio sostegno al comitato CarcaNo, recentemente destinatario di alcune minacce. Per questa ragione, domenica mattina, le vie di Vanchiglietta hanno ospitato una manifestazione contro il mercato di libero scambio.

La manifestazione

Una trentina di persone hanno quindi manifestato con striscioni all’ingresso del Barattolo, prima di sfilare per le vie del quartiere. Uno striscione arriva al nocciolo della questione: “Omicidi, minacce e ricettazione. No suk a Torino”. Un chiaro riferimento alle tensioni di questi mesi e all’omicidio di Maurizio Gugliotta, ucciso lo scorso 15 ottobre.

Gli eventi

E’ recente inoltre la notizia delle minacce ricevute a Elio Biasi, referente del comitato che da mesi si batte per il trasferimento del Suk dall’area di via Carcano. Una vicenda che ha spinto l’uomo a ritirarsi dalla battaglia, lasciando nelle mani del gruppo le sorti del contrasto al Barattolo.