Il fatto è avvenuto in un bar di Mazzè

MAZZE’ – Chiama i carabinieri infuriata perché il barista non le versa più da bere e finisce in manette per violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

L’increndibile vicenda ha avuto come protagonista Pamela Tumelero, 42 anni, operatrice sanitaria residente a Mazzè. La donna, ubiraca, aveva chiesto intervento 112 pensando che i militari obbligassero il barista a versarle ancora da bere.

Dopo aver capito che la sua richiesta sarebbe caduta nel nulla, la donna ha iniziato a dare di matto tanto da impegnare i militari del nucleo radiomobile di Chivasso in un’ora di primo soccorso per farla tornare alla calma. Processata per direttissima, è stata condannata a sei mesi con la condizionale.