Un’operazione che ha portato anche a numerosi provvedimenti di espulsione

TORINO – Nove persone accompagnate in questura per essere fotosegnalate e uno è stato espulso. Più altri sei colpiti da provvedimenti di allontanamento.

Il commissariato di Madonna di Campagna, insieme al reparto mobile ed al reparto prevenzione crimine della Polizia di Stato, hanno organizzato un controllo straordinario all’interno del campo nomadi di via Germagnano, volto alla prevenzione e repressione di reati predatori e/o legati all’immigrazione clandestina. Mentre il personale di polizia si recava all’interno del campo, il reparto prevenzione crimine pattugliava l’esterno ed in via Cerrione, il sistema mercurio in dotazione, segnalava un furgone Citroen come provento di furto. Da una rapido controllo emergeva che nei dintorni di Mantova, durante la notte precedente, erano stati rubati un furgone e diverse bobine di rame e materiale elettrico, per un peso complessivo di oltre 2 tonnellate, in alcune aziende del luogo. Sono in corso indagini a cura della polizia di stato per rintracciare i responsabili del furto. Nel contempo, il materiale e il furgone sono stati restituiti ai legittimi proprietari.

Leggi anche:  Piante pericolose obbligatorio tagliarle

Verosimilmente le bobine coperte da guaina sarebbero poi state bruciate all’interno del campo per “pulire” il rame rendere così irriconoscibili le bobine ai legittimi proprietari.