Disastro alla Piana invasa da 70 cm di acqua.

Disastro alla Piana

Sono tanti i disagi riscontrati dalla collina in seguito al violento nubifragio di domenica notte. Tra questi, la Piana di Castiglione è dove sono stati registrati i maggiori danni. Ore di paura per i residenti della zona che, in piena notte, hanno visto poco per volta crescere il livello dell’acqua.

Quasi 70 centimetri d’acqua

In alcuni casi l’acqua ha raggiunto addirittura i 70 centimetri. A causare tutto, la fuoriuscita della bealera. «La situazione ha iniziato a diventare preoccupante – spiega Gianni Todeschini – uno dei residenti, tra l’1.30 e le 2 del mattino». Sul posto è poi intervenuta la Protezione civile degli alpini che per diverse ore ha lavorato. Prima tra tutte quella di Castiglione, guidata da capogruppo Gabriele Grandini, a cui si sono aggiunte, poi, quella di Pecetto, Collegno, Villanova d’Asti e Torino. Per permettere l’intervento dei Vigili del fuoco e dei volontari con le pompe idrovore, la Polizia municipale ha anche provveduto a chiudere al traffico via Colombo.

Leggi anche:  Forte grandinata e nubifragio disagi in tutta la città | IL VIDEO

Il commento del sindaco

Immediatamente è stato avvisato anche il sindaco Roberto Pignatta, che nella mattinata di lunedì 28 si è recato in via Colombo per fare il punto della situazione e rendersi conto effettivamente di quello che era successo. «Non posso ancora dire quali siano le cause che hanno creato questo allagamento. Stiamo certamente facendo le opportune valutazioni. La quantità d’acqua che in poche ore è caduta, comunque, è stata davvero ingente».