Emergenza cinghiali, in collina situazione insostenibile.

Emergenza cinghiali

In collina è scattata l’emergenza cinghiali. A denunciare la situazione è la Coldiretti di Torino, molto preoccupata per i danni che questi animali stanno causando all’agricoltura ed alle coltivazioni, ma anche per gli incidenti  stradali che causano. Come ad esempio quello che ha provocato la morte di una signora lo scorso mese di dicembre.

La situazione sul territorio

Nel chivassese la questione cinghiali sta diventando insostenibile. I coltivatori subiscono danni di continuo ed ogni sera ci sono degli incidenti causati dagli animali,  che creano seri danni  per gli automobilisti che non possono nemmeno più chiedere i danni alla Regione vista la mancanza di fondi. In questa zona le perdite sono cresciute nel 2017: ben 82 contro le 75
dell’anno precedente. Tra le zone più colpite la collina torinese, ma anche l’eporediese. Le coltivazioni maggiormente
colpite sono il mais, seguite dalle piante di nocciolo e l’arboricoltura.

La viabilità

Non solo campi coltivati devastati, ma anche gravi problemi alla viabilità e agli automobilisti sulla statale ex SS 590 Val Cerrina, percorsa giorno e notte da migliaia di autovetture ed attraversata quotidianamente dai cinghiali alla ricerca di cibo. Inoltre le zone di ripopolamento e cattura in molti casi risultano superate e non più puntuali rispetto alla situazione odierna e rappresentano un ulteriore ostacolo al contenimento degli ungulati.