Scoperta fabbrica di marijuana dai carabinieri durante un intervento per sedare una diatriba in un condominio. Infatti, i carabinieri erano stati chiamati per una lite in un condominio.

Fabbrica di marijuana, scoperta

I carabinieri sono intervenuti per una lite condominiale quando, invece, hanno avvertito un forte odore di marijuana. L’odore proveniva da un magazzino situato nel cortile dello stabile.

La perquisizione

Così i carabinieri, infatti, sono intervenuti perquisendo il magazzino. Così gli uomini dell’Arma hanno scoperto una vera e propria fabbrica della cannabis. All’interno una serra per la produzione dello stupefacente, un magazzino per la raccolta del prodotto e un ufficio per la distribuzione della droga. Il magazzino è stato sequestrato.

L’arresto

Nei giorni scorsi, a Torino, via Eritrea, i carabinieri della Stazione Torino Pozzo Strada hanno arrestato per coltivazione e detenzione ai fini della vendita di sostanze stupefacenti Alessandro V. L’uomo, infatti, un 49enne risulta abitare a Grugliasco, disoccupato, incensurato.

Cosa hanno trovato

I militari hanno perquisito il magazzino nella disponibilità dell’uomo e hanno sequestrato 2 kilogrammi di marijuana di cui 1 uno già suddiviso in dosi. E poi ancora un impianto di coltivazione, irrigazione e di illuminazione perfettamente funzionante(lampade, tubi, vasi, terra ecc). Infine hanno trovato un asciugatrice elettrica, un telefono cellulare, un bilancino di precisione e diverso materiale per il confezionamento. Dunque i carabinieri hanno sequestrato il magazzino.