Gelateria multata per aver offerto la panna.

Gelateria multata

Sta facendo discutere la sanzione emessa dalla Guardia di Finanza a una nota gelateria del torinese, Ciacci di corso Belgio. Secondo quanto riportato dal titolare del locale, la multa sarebbe arrivata per aver offerto della panna sul gelato. Un dettaglio che non sarebbe stato riportato dallo scontrino fiscale emesso dall’esercizio ai clienti.

Le polemiche

Fin dai primi istanti dopo la divulgazione della notizia, si è creata una lunga scia di polemiche. La sanzione, infatti, è stata vista da molti come esagerata. Per questo motivo, la Guardia di Finanza ha quindi diffuso una nota stampa in cui viene espressa la propria ricostruzione dei fatti.

La Guardia di Finanza

Il personale della Guardia di Finanza, con le modalità di rito, ha effettuato un controllo nei confronti di due clienti all’esterno della gelateria Ciacci di corso Belgio. Controlli finalizzati a verificare la regolare emissione dello scontrino fiscale. I clienti, confermando di aver consumato due gelati all’interno dell’esercizio per una spesa complessiva di 4,50 euro, non sono stati in grado di esibire il relativo scontrino fiscale. Le Fiamme Gialle, quindi, hanno proseguito l’attività di controllo, accertando, inequivocabilmente, la mancata emissione dello scontrino fiscale per euro 4,50. Non solo quindi  per i 50 centesimi della panna, come invece successivamente affermato dall’esercente. Lo scontrino mostrato dallo stesso titolare della gelateria, per un importo di 4 euro, risultava infatti emesso in orario successivo al controllo da parte dei militari.