Immigrazione clandestina 9 passeur arrestati.

Immigrazione clandestina

Sono 9 i “passeur” arrestati, impegnati nei servizi di trasporto e di fornitura di documenti, previo il pagamento di ingenti somme di denaro, a Ventimiglia, sul confine Italia-Francia. E’ questo l’esito dell’operazione congiunta tra la Polizia municipale di Torino e un dipartimento della Polizia di Stato francese.

L’operazione

Nell’ambito di una cooperazione internazionale è stato attivato un gruppo di polizia giudiziaria al fine di individuare e identificare 3 soggetti “passeur”, abitanti in Piemonte, e, più in particolare, a Torino. L’operazione, cominciata circa sei mesi fa, ha superato le cosiddette rogatorie internazionali. Così, il reparto O.c.r.i.e.s.t. (Office Central pour la Répression de l’Immigration irrégulière et de l’Emploi d’Etrangers Sans Titre) – che si occupa esclusivamente di reati sull’immigrazione clandestina – attraverso il nuovo “ordine d’indagine europea” ha richiesto alla Procura della Repubblica torinese di attivare questo nuovo gruppo di polizia.

Le indagini

La Procura ha quindi affidato la delicata indagine alla Squadra Investigativa Antitratta della Polizia Municipale di Torino. Gli agenti si sono messi subito al lavoro a partire dall’autunno del 2017. Attraverso localizzazioni telefoniche, pedinamenti, appostamenti, ricerche telematiche, consultando e incrociando dati su internet, gli agenti sono riusciti a individuare i soggetti e a identificarli. Di conseguenza, il Reparto della Polizia francese ha potuto far spiccare tre mandati d’arresto europei che sono stati eseguiti oggi, martedì 13 marzo.

Leggi anche:  Incendio autocarro sulla A26

Gli arresti

L’operazione complessiva del Reparto francese ha portato in carcere, sempre oggi, nove persone, quasi tutti cittadini della Costa d’Avorio ed è scattata simultaneamente in Francia e in Italia.