Incidenti piazza San Carlo, la Procura ha indagato a lungo e ora sono pronti diversi avvisi di garanzia.

Incidenti piazza San Carlo

Sono passati cinque mesi dalla notte nella quale una finale di Champions League è finita in tragedia. In piazza San Carlo a Torino, i tifosi della Juventus e appassionati di calcio si erano ritrovati per vedere il big match. Una serata che si è conclusa con la morte di una giovane ragazza e 1526 feriti.

Avvisi di garanzia

Mesi intensi per la Procura di Torino che ha indagato su quella maledetta sera. E ora sono pronti oltre dieci nuovi avvisi di garanzia. A chi saranno consegnati? Dovrebbero arrivare al Comune, alla Questura, ai Vigili del fuoco e alla Prefettura. E tra questi, secondo indiscrezioni, c’è anche il sindaco Pentastellato Appendino.

Le indagini

Antonio Rinaudo e Vincenzo Pacileo sono i due pubblici ministeri che hanno coordinato il lavoro delle indagini. Per arrivare ad una risoluzione si sono avvalsi anche di una consulenza tecnico. Al lavoro anche Digos. Centinaia coloro che sono stati uditi per ricostruire la serata di quel 3 giugno.

Leggi anche:  Software pirata multa da 8 milioni di euro a un'azienda

Il registro degli indagati

Risultato iscritti nel registro degli indagati, con l’accusa di omicidio colposo e lesioni gravissime Maurizio Montagnese presidente, Danilo Bessone direttore di Turismo Torino e il sindaco Chiara Appendino per il reato di lesioni più lievi.