Lega Nord protesta contro migranti del Fenoglio al campetto.

Lega Nord protesta

E’ il giovane militante della Lega di Settimo Antonio Borrini il portavoce di una protesta scatenata sui social da un gruppo di ragazzi del Villaggio Olimpia. I fatti riguardano il campetto da calcio di quartiere alle porte della città. Qui, infatti, nei giorni scorsi, i ragazzi migranti della squadra di calcio del Centro Fenoglio ha effettuato una serie di allenamenti in previsione della loro partecipazione al torneo Balon Mundial.

“I neri hanno cacciato i nostri ragazzi”

“A Settimo succede che bambini e ragazzi che usufruiscono del campo adiacente al Villaggio Olimpia vengano cacciati letteralmente dai ragazzi del Centro Fenoglio e dai loro accompagnatori”. Scriveva così, sulla sua pagina Facebook, il giovane militante della Lega settimese Antonio Borrini. Lanciando un «allarme» su quanto sarebbe accaduto nel campetto del quartiere alle porte della Città. Ci sono anche due video, girati con un telefono cellulare, condivisi di chat in chat. “Alla proposta di giocare insieme si rifiutano categoricamente e gli intimano di abbandonare il campo da calcio. Mi chiedo se tutto ciò è ammissibile. E soprattutto se questi tipi di atteggiamenti ripetuti nel corso del tempo possano portare allo scontro sociale”, si sfoga il giovane settimese.

“Il campo è nostro”

“Noi che siamo italiani e dobbiamo giocare a calcio, non possiamo giocare in questo campo da calcio, che è nostro, perché è stato occupato dai neri del centro Fenoglio. Noi siamo stati cacciati indietro”. Questo dicono i ragazzi che hanno girato i due video amatoriali nel loro sfogo. Immagini in cui i ragazzi sostengono di essere stati allontanati, anche in malo modo, dai migranti impegnati nell’allenamento e dai loro accompagnatori. “Un fatto gravissimo – commenta Borrini – i ragazzi, che sono tutti molto giovani e minorenni, hanno tutto il diritto di poter usufruire di quel campetto”. La redazione de La Nuova Periferia ha deciso di censurare i termini razzisti, volgari e gli insulti che sono contenuti nei video. Lo stesso vale per i volti dei ragazzi minori che hanno realizzato i due video che sono stati girati la scorsa settimana al Villaggio Olimpia. 

La risposta dei gestori del campo

A dare la sua versione dei fatti è Valentino Catanzaro, presidente della società Auxilium Olimpia che gestisce il campetto del Villaggio alle porte della città. Versione che, secondo le sue ricostruzioni, smentirebbero la versione fornita dai ragazzi. “Ogni settimana, il martedì e il giovedì, i ragazzi della squadra del Fenoglio si allenano dalle 18 alle 19,30”. “Nessuno dei ragazzi presenti – sottolinea Catanzaro – è stato allontanato. I ragazzi li conosco, sono giovanissimi di terza media, forse prima superiore. Proprio per questo, prima che i ragazzi del Fenoglio arrivassero, sono stato proprio io a comunicare l’imminente arrivo. Ripeto, non sono stati cacciati, anzi, si sono fermati anche una buona decina di minuti a guardare l’allenamento”. “Io stesso nei giorni scorsi ho parlato con i genitori dei ragazzi coinvolti in questa vicenda e mi hanno assicurato l’assenza problemi rispetto a questa vicenda”.