Morte sul lavoro tragedia a Bianzè altri dettagli

Morte sul lavoro

È Naim Macak, 41enne di origine est-europea, la vittima del tragico incidente sul lavoro che si è consumato oggi alla ditta Gammastamp di Bianzé. L’uomo era un manutentore di lunga esperienza. Le cause dell’incidente sono ancora da chiarire: parrebbe che l’impianto su cui Macak un apparecchiatura nel reparto forni dell’azienda metalmeccanica, su cui stava lavorando, si sia attivata mentre il suo intervento era ancora in corso, colpendolo a morte. Macak lascia due bambini piccoli.

«Chiediamo che la Procura si attivi immediatamente per la verifica dell’accaduto – auspica Ivan Terranova, segretario generale di Fiom Cgil per Vercelli e la Valsesia – come Fiom Cgil Vercelli e Valsesia, porgiamo sentite condoglianze ai familiari e mettiamo fin da subito a disposizione tutta la nostra struttura e i nostri legali. Chiediamo che pa Procura si attivi immediatamente».

Il sindacato ha fatto inoltre sapere di essere pronto a costituirsi parte civile nel caso si dovessero accertare delle responsabilità.

Leggi anche:  Operazione antidroga in stazione 90 segnalati

QUI IL COMUNICATO ORIGINALE DEL SINDACATO

Sul posto sono intervenuti i soccorritori, i Carabinieri e lo Spresal per i rilievi del caso.

Aggiornamento delle ore 19,30: Come si diceva le cause esatte dell’accaduto sono ancora in fase di valutazione seconde alcune voci c’è da considerare anche l’ipotesi di un malore come causa o concausa del decesso.