Morto ragazzo dopo due anni dall’incidente aveva 22 anni.

Morto ragazzo

Mattia Frittella non ce l’ha fatta. E’ scomparso dopo un terribile incidente avvenuto all’inizio di ottobre del 2015. Mattia Frittella, di Settimo, era uno studente della classe 5 C dell’istituto 8 Marzo di via Leinì. Il dramma si era consumato in strada Fornacino, mentre il ragazzo era alla guida di una Dacia Sandero. Il giovane conducente, che all’epoca dei fatti aveva appena 19 anni, aveva perso il controllo del mezzo e si era schiantato contro un muro.

La dinamica dell’incidente

Probabilmente per l’asfalto bagnato e la scarsa visibilità dovuta ad un forte temporale che si stava abbattendo su Settimo il giovane aveva perso il controllo dell’auto. Le sue condizioni sono sembrate da subito disperate. Lo schianto era avvenuto in prossimità della rotonda che conduce all’autostrada Torino-Aosta in prossimità della frazione Fornacino di Settimo. L’impatto era stato violentissimo e per liberare dalle lamiere il giovane studente dell’8 Marzo erano dovuti intervenire anche i vigili del fuoco. Sul posto anche i carabinieri di Leinì e i sanitari del 118. Le sue condizioni cliniche, una volta arrivato all’ospedale Giovanni Bosco di Torino, sono sembrate da subito critiche. Ma Mattia è riuscito a lottare per molti mesi.

Leggi anche:  Professore morto nel sonno l'addio all'amato Enzo

I funerali

Sono stati celebrati in forma civile nel pomeriggio di oggi, martedì 6 marzo. I familiari, Mattia lascia mamma e papà, il fratello, i cugini, gli zii e gli amici di sempre, hanno scelto la celebrazione di un rito civile con partenza dalla loro abitazione. La cerimonia è terminata al Tempio Crematorio di Mappano.

Città sotto shock

I manifesti mortuari sono comparsi soltanto nelle ultime ore. Ma la notizia della morte di Mattia Frittella ha gettato Settimo nello sconforto. In molti ricordano la battaglia di Mattia per restare aggrappato alla vita. E, soprattutto, i suoi amici hanno continuano a sperare fino all’ultimo che Mattia potesse tornare, come si auguravano subito dopo l’incidente, tra di loro e “più forte di prima”. Purtroppo, però, il destino lo ha strappato troppo in fretta all’amore dei suoi cari e della sua famiglia.