Mossi Ghisolfi No Comment di Eni.

Mossi Ghisolfi Eni non commenta le indiscrezioni

“Non voglio commentare cose di cui si parla”. Ha detto così Claudio Descalzi, amministratore delegato di Eni, a margine di un evento della società. Il riferimento è alle indiscrezioni sull’interesse della Versalis, partecipata dell'”Ente nazionale idrocarburi” sull’impianto Ibp di Crescentino di proprietà della Mossi & Ghisolfi. “E’ chiaro – ha comunque precisato Descalzi – che in Italia e all’estero c’è una fase sotto analisi di possibilità di espansione”.

Operai in cassa integrazione

Intanto, dallo scorso 1° novembre, tutti gli operai del gruppo Mossi & Ghisolfi sono in cassa integrazione. Una misura che si è resa necessaria di fronte al periodo di difficoltà che l’azienda ha ammesso di attraversare. C’è forte preoccupazione per le sorti dei lavoratori che, nelle scorse settimane, hanno anche organizzato momenti di presidio e manifestazione per sensibilizzare la direzione aziendale sulla propria condizione.

Indiscrezioni non confermate

Sul futuro dell’impianto di Crescentino, quindi, non ci sono ancora novità. Il destino del polo del vercellese non è ancora stato chiarito. “Se ci sarà qualcosa lo comunicheremo ufficialmente” ha concluso Descalzi, come riporta la fonte Radiocor. Non è quindi ancora chiaro se le indiscrezioni che circolano da settimane sull’impianto Ibp, all’avanguardia nel settore della chimica verde, sia effettivamente nel mirino di Versalis. Così come, appunto, vogliono invece le previsioni degli addetti ai lavori.