‘Ndrangheta, la Guardia di Finanza di Livorno ha arrestato Belfiore, fratello del mandante dell’omicidio del giudice Bruno Caccia.

‘Ndrangheta, arrestato Belfiore

Nuovi arresti dopo l’operazione della Guardia di Finanza di Livorno che toccano anche il Piemonte. Oltre all’arresto del vice prefetto reggente l’ufficio della prefettura dell’isola d’Elba, Giovanni Daveti sono scattate le manette anche ai polsi di Giuseppe Belfiore. Belfiore dunque è membro della famiglia ‘ndraghetista che ha dato mandato ai killer di uccidere il giudice Bruno Caccia. Con loro è stato anche arrestato il commercialista Tonino Fellitto di Torino. Infine, risultano arrestati due livornesi di 41 anni e 53 anni, tre persone originarie della provincia di Ravenna e un trentottenne di Trani, in provincia di Bari.

I reati

Gli arrestati sono indagati per associazione a delinquere finalizzata alla frode fiscale e porto abusivo di esplosivi. Inoltre per contrabbando di nove tonnellate di sigarette e indebita compensazione di debiti tributari tramite fittizie compensazioni. Infine per illecita sottrazione al pagamento delle accise sugli alcoli, anche mediante falso in documenti pubblici informatici.

Leggi anche:  Incendio carrozzina disabile TRE INTOSSICATI

Belfiore su Omicidio Caccia: “Io e Schirripa solo conoscenti”

Delitto Caccia: Più di tre persone coinvolte