Omicidio Chivasso, a pochi giorni dalla tragedia amici e parenti portano fiori in ricordo delle due vittime sul luogo della strage.

Omicidio Chivasso

Nella notte tra lunedì 23 e martedì 24 ottobre si è consumato un atroce delitto nella campagne di Chivasso. Più precisamente in frazione Castelrosso. La scoperta dopo che il datore di lavoro non riusciva a rintracciare i suoi due giovani pastori. Già, perché i due erano riversi a terra, morti per un trauma cranico.

Fiori in loro ricordo

In quella campagna dove è avvenuta la tragedia sono comparsi dei fiori per ricordare i due giovani pastori di origine romena. Sono amici e parenti che non vogliono che il loro ricordo svanisca che ogni dì si ferma in quel luogo di dolore per pregare le due vittime. Un dolore immenso che ha colpito che comunità romena locale che da giorni, da quando si sono scoperti i killer, chiede giustizia. In questi giorni, infatti, quel campo di Castelrosso, frazione di Chivasso, è diventato un luogo di preghiera.

Leggi anche:  Sbranato da un cane è giallo sulla morte dell'addestratore

La convalida degli arrestati

Domenica scorsa i carabinieri hanno arrestato coloro che per la Procura sono gli assassini dei due giovani pastori. Si tratta di Daniele Bergero, Piero Bergero, Romano Bergero e Alex Bianciotto, tutti residenti nel Canavese e di professione pastori. Questa mattina, giovedì 2 novembre, è fissata l’udienza di convalida al Tribunale di Ivrea.