L’indagine è scattata ad aprile 2017 quando uno dei due operai si è rivolto ai carabinieri

Due uomini  sono stati  arrestati dai carabinieri con l’accusa di usura ed estorsione. I due sono accusati di avere prestato del denaro  a due operai e di avere chiesto loro un tasso del 144% annuo. c. Nel corso dell’indagine è stato accertato che uno dei due operai è stato  minacciato con una pistola carica puntata alla tempia. In un’altra occasione l’altro operaio è stato malmenato, sempre allo scopo di ottenere il denaro prestato con gli interessi da capogiro.