Professore condannato a due mesi.

Professore condannato

E’ stato condannato a due mesi con sospensione condizionale il professore che, secondo la versione di un allievo, si sarebbe macchiato di abuso di disciplina. Tutto sarebbe nato in una classe terza media di Settimo. Il ragazzo, spesso soggetto a provvedimenti disciplinari a causa del suo comportamento poco consono all’ambiente scolastico, si stava dondolando sulla sedia. Quando il professore gli aveva chiesto di smetterla e mettersi composto, l’alunno avrebbe risposto che «La classe era sua e faceva cosa voleva».

Gli sviluppi

A quel punto il giovane, che era intanto caduto dalla sedia, veniva rialzato con forza dal professore. L’imputato, che nel frattempo ha continuato ad insegnare senza problemi con altri allievi, secondo la difesa, si era fatto trascinare da un momento di rabbia conseguente alla provocazione del ragazzo. Anche i genitori dell’alunno hanno confermato i problemi disciplinari del figlio, ma il Pubblico ministero, nella sua arringa finale, ha chiesto per il professore una pena di due mesi.

Leggi anche:  Vandali scatenati danneggiata insegna in centro

La tesi della difesa

La difesa, rappresentata dall’avvocato Nicola Campagna, al contrario, ha sostenuto che ci fosse un difetto di dolo e, per questo ha chiesto l’assoluzione. Vista la sentenza di condanna, dopo la pubblicazione delle motivazioni del Tribunale, la difesa deciderà se ricorrere in appello, in modo da evitare il licenziamento del professore.