Rapinano coetaneo per debiti di droga due giovani arrestati.

Gli arrestati

Accusati di rapina, estorsione e spaccio di droga, i carabinieri della Compagnia di Pinerolo hanno notificato una misura cautelare in carcere nei confronti di due giovani. Si tratta di Valentina Leva, 24 anni residente a San Mauro Torinese, e Christian Garilli, 27 anni di Pinerolo. Inoltre è sottoposta all’obbligo di firma Giada B, 24enne di Roletto.

La cronaca

I tre hanno rapinato il cellulare e le scarpe a Marco (nome di fantasia), 27enne di Pinerolo, per convincerlo a pagare un debito di 900 euro, successivamente rinegoziato e ridotto a 250 euro, per la compravendita di una macchina. I carabinieri però sospettano che si tratti in realtà di un debito per l’acquisto di droga da parte di Marco.

I fatti

A raccontare quanto successo è la madre della vittima. “Un mese fa – spiega la donna – per due sere di fila, all’una di notte, erano venuti a suonare i campanelli dell’abitazione dove risiediamo”. Un comportamento strano che aveva in qualche modo insospettito la signora. Poi l’aggressione a Marco: un ragazzo l’aveva tirato già dalla macchina e l’aveva picchiato rubandogli il cellulare. Alle ripetute chiamate della sorella sul telefonino rubato ha poi risposto Christian Garilli dicendo che Marco gli doveva 1.000 euro. Tuttavia il ragazzo ha sempre continuato a negare il debito, attribuendo invece l’accaduto a una compravendita di una vettura. Dopo quindici giorni, la fidanzata di Garilli si è poi presentata a casa per riscuotere il debito.