Sacra San Michele, il sopralluogo dei carabinieri dopo il rogo.

Sacra San Michele, il sopralluogo

Mercoledì 24 gennaio ha preso fuoco il tetto della Sacra di San Michele. L’incendio è divampato intorno alle 21.30. E, a pochi giorni di distanza, i carabinieri hanno proceduto con il sopralluogo per definire lo stato dell’immobile.

L’esito

Lo studio, infattim è stata svolto dai carabinieri del comando provinciale di Torino e del Tutela patrimonio culturale.  L’ispezione dunque è avventa anche con l’ausilio di un elicottero del 1° Elinucleo Carabinieri di Volpiano che ha sorvolato l’area interessata dall’incendio. I danni sono ingenti, ma nessun bene storico-artistico è andato distrutto. Dunque la situazione non è grave come si pensava.

La decisione

Dopo i vari sopralluoghi effettuati da carabinieri e vigili del fuoco sul luogo dell’incendio, la valutazione del danno la farà la Soprintendenza. Infatti, i rilievi di vigili del fioco e dei carabinieri saranno a disposizione della Soprintendenza per la valutazione. Già la sera dell’incidente sul posto c’era un dipendente della Soprintendenza, Luisa Papotti.