Ci sono sequestro e denuncia per le strutture abusive nel circolo privato Lago dei Cigni.

Sequestro e denuncia per 29 opere edili presso il circolo privato Lago dei Cigni

Sequestro e denuncia  per 29 opere edili. Venerdì 24 novembre i carabinieri hanno notificato un’ ordinanza dispositiva di sequestro preventivo. E’ stata emessa dal Gip del Tribunale di Torino. Denunciati il proprietario e il legale rappresentante del circolo privato Lago dei Cigni. Per interventi edilizi nelle zone sottoposte a vincolo paesaggistico ambientale. In assenza di permesso, e per opere eseguite  su beni paesaggistici in assenza di autorizzazione.

Nel Parco La Mandria 2400 metri quadrati di opere edili

Il proprietario e legale rappresentante del circolo sono stati dunque denunciati per aver costruito all’interno del parco regionale La Mandria 29 opere edili. Occupando una superficie di 2400 metri quadrati. Dunque 13 ettari di terreno. Dove sono stati realizzati, infatti, gazebo, bagni, tettoie, depositi e barbecue. Per portare avanti la loro attività commerciale.

Leggi anche:  Luci e giochi natalizi sequestrati

Le opere abusive erano utilizzate per attività di ristorazione, a fini di lucro

Le opere abusive erano  utilizzate per l’attività di ristorazione del circolo privato. Venivano infatti utilizzate per effettuare attività commerciali a fini di lucro. In modo particolare, organizzazione di eventi, banchetti festeggiamenti come i matrimoni. Per i quali, tra l’altro, gli indagati non sono provvisti delle necessarie licenze ed autorizzazioni per effettuare questi servizi verso terze persone. E neppure rilasciano le valide e idonee dichiarazioni fiscali che sono invece necessarie per attività commerciali di questa tipologia. Ora saranno i carabinieri a portare avanti le indagini del caso.