Tenta suicidio con coltello da cucina. Fortunatamente però l’uomo, che abita a Caluso, è stato soccorso da un famigliare che ha subito chiamato i soccorsi.

Tenta suicidio

Depresso, tenta di togliersi la vita tagliandosi la gola con un coltello da cucina. E’ fortunatamente fallito il piano di un quarantenne di Caluso, trovato da una famigliare riverso a terra, nella sua abitazione, in un lago di sangue.

I soccorsi

Immediata la richiesta d’aiuto al 112, che ha inviato sul posto (nella serata di domenica 8 aprile) un’ambulanza del Soccorso Sud Canavese, con a bordo l’équipe medica, e i carabinieri della Compagnia di Chivasso, coordinati dal Capitano Luca Giacolla. Una volta stabilizzato, l’uomo è stato trasferito in ospedale a Chivasso e sottoposto ad una serie di accertamenti.

Il bollettino medico

Gli esami hanno escluso lesioni ad organi vitali: il taglio era superficiale, tanto che il calusiese è stato poi dimesso con quindici giorni di prognosi.