Tisane salutari? Chi non sarebbe felice di gustarne una fatta con erbe e aromi che ci si è coltivati in casa? Non è necessario avere un orto o un grande giardino per coltivarsi i propri aromi preferiti. Un giardino aromatico è realizzabile anche in una piccola porzione di giardino, o in un grande recipiente sul balcone o, per chi abita in città, addirittura in vaso sul davanzale di casa. Con qualche accorgimento, si potranno ottenere dei “mini-giardini” di cui potremo godere vista, aroma e gusto.

Come iniziare

Il primo passo è sceglierne la collocazione: una porzione di giardino risulta sicuramente la scelta migliore per coltivare piante anche di una cerca dimensione, ma anche una grande tinozza o vasi di differenti grandezze sono un’eccellente soluzione per creare un giardino a “settori” differenziati per utilizzi, che possono essere aromi per cucinare, erbe per tisane e decotti o semplicemente erbe profumate. Ora si tratta di scegliere le piante.

Anche per le tisane salutari

Ipotizziamo di voler creare un giardino con piante aromatiche da cucina. Una buona scelta sarebbe quella di piantare quegli aromi che sono difficilmente trovabili in commercio. Immancabile sarebbe il dragoncello: se non potato si alza sino ad un metro, da tenere in posizione soleggiata ma riparata. Pilastro della cucina francese, dal gusto dolceamaro, pepato ma con un retrogusto d’anice, le sue foglie si sminuzzano in salse, insalate o piatti di pesce. Anche la santoreggia, che con i sui fiorellini bianchi ingentilisce il giardino, è una pianta interessante. Ama il sole e si diffonde orizzontalmente con una altezza di 30-40 cm. Tra le più antiche erbe aromatiche, con il suo gusto speziato al pepe valorizza i piatti a base di legumi ed insaporisce le diete iposodiche. Come rinunciare all’eclettico cerfoglio: piuttosto voluminoso (fino a 60 cm di altezza e 30 di diametro) da piantare in mezz’ombra.

Leggi anche:  Torta di zucca, la ricetta giusta per Halloween

Tanti consigli utili

Con un delicato aroma che ricorda il prezzemolo, viene usato in cucina per aumentare l’aroma delle altre erbe, è eccellente insieme alle insalate ed alle carni bianco. Una maschera di Cerfoglio ad uso cosmetico rilassa le rughe e rende la pelle elastica e per finire il suo infuso aiuta la digestione, facilita le funzioni del fegato e calma la tosse. L’ultimo consiglio riguarda la menta: da piantare per riempire gli spazi tra un’erba e l’altra. Ne esistono più di 600 varietà, tra le quali potremmo scegliere la Menta Sauveolens variegata, dalle foglie con i bordi color crema e leggero sapore di mela e la Menta Piperita Citrata con foglie rossicce ed un intenso profumo di acqua di colonia. Oltre a donarci ottime tisane daranno un tocco di colore in più al nostro angolo profumato.