Emarc, l’azienda con uno stabilimento a Chivasso e uno a Vinovo, sta vivendo un momento di profonda crisi e i suoi lavoratori temo per il futuro.

Emarc, il futuro?

I lavoratori si domandano cosa accadrà quando ad ottobre 2018 scadrà il contratto di solidarietà. Sia a Chivasso che a Vinovo, infatti, la situazione è difficile ed è per questo che è stato indetto uno sciopero per ieri, venerdì 21 aprile.

Lo sciopero

Si tratta di un’azienda che produce costruzioni meccaniche e stampaggio per il settore automotive. Ieri, questa, si è fermata un’ora su tutti e tre i turni per manifestare la preoccupazione. Infatti, a detta dei sindacati, l’assenza di nuovi ordini.

Lavoratori a casa e addio presse

I segnali negativi arrivano dall’uscita di alcuni lavoratori attraverso gli incentivi. Ma anche dalla scelta dell’azienda, senza alcuna comunicazione ai sindacati, di eliminare due presse, necessarie per il processo lavorativo.