Eni tratta per Mossi Ghisolfi. Un futuro per questa azienda forse c’è ancora.

Eni tratta per Mossi Ghisolfi

E’ una notizia che porterebbe un po’ di serenità l’acquisto da parte di Eni di una parte di Mossi Ghisolfi. La prima, infatti, avrebbe presentato un’offerta formale per una parte delle attività italiane della seconda.

L’offerta per Biochemtex

Il gruppo sarebbe interessato alla Biochemtex, una controllata del gruppo Mossi Ghisolfi e quello presente a Crescentino. Questo, infatti, è il primo impianto al mondo progettato e realizzato per produrre bioetanolo da residui agricoli o da piante non ad uso alimentare.

La speranza

In città perciò si spera che l’accordo arrivi in tempi brevi per veder rinascere questo stabilimento. I lavoratori, infatti, sperano di poter tornare alle loro attività. Così anche i dipendenti che lavoravano per delle aziende o cooperative all’interno di questo impianto.