Lavoratori senza stipendio dopo la morte del proprietario Ermanno Bassi a Cigliano

Lavoratori senza stipendio dopo la morte del proprietario Ermanno Bassi a Cigliano. 

Lavoratori senza stipendio

La Sila di Cigliano, storica azienda del Vercellese, è in crisi. La notizia arriva proprio dai lavoratori che, dalla morte del loro titolare  Ermanno Bassi sono rimasti senza una guida. E oggi anche senza lo stipendio. Una brutta storia che sta creando non poche difficoltà a questi lavoratori che non hanno avuto ancora risposte dagli eredi dell’azienda. 

Il fatto

Sono proprio i lavoratori a raccontare, attraverso una lettera aperta, le difficoltà che hanno riscontrato in queste ultime settimane. Le macchine hanno funzionato sino a venerdì scorso, il 13 ottobre. Poi si sono bloccate perché sono finite le materie prime. E se i famigliari hanno chiesto la consulenza di un legale per risolvere i loro problemi (debiti dell’azienda), i lavoratori oltre a non ricevere lo stipendio non possono nemmeno chiedere la dissocupazione.

L’intervento dei sindacati

I lavoratori, naturalmente, non sono rimasti con le mani in mano e hanno immediatamente chiesto l’intervento dei sindacati. E, proprio nel giorno in cui le macchine si sono fermate, i dipendenti della Sila con i delegati hanno convocato un incontro al quale ha aderito anche il sindaco di Cigliano, Anna Rigazio.