Caccia, arriva il via libera della Città Metropolitana dopo la richiesta della Cia.

Caccia, l’ok da Torino

Il Consiglio di Torino ha approvato una mozione che impegna la Città Metropolitana a riaprire quanto prima la caccia alle specie nocive per l’agricoltura. Il tutto per adempiere al programma della Regione e dei piani di contenimento a tutela dell’ecosistema naturale e dell’economia agricola. Ad opporsi alla scelta il Movimento 5 Stelle.

La richiesta di Cia

Si tratta, infatti, di una vittoria della linea sostenuta dalla Cia – Agricoltori Italiani di Torino. Nei giorni scorsi aveva chiesto la revisione immediata delle sospensive decise dalla Regione, in seguito agli incendi scoppiati in Piemonte, per contrastare la proliferazione degli animali selvatici e gli ingenti danni che provocano all’agricoltura. La mozione è stata presentata dai consiglieri metropolitani Monica Canalis, Paolo Ruzzola, Mauro Fava, Antonio Castello, Mauro Carena e Vincenzo Barrea.

Il commento di Cia

«Non possiamo che dirci soddisfatti per la decisione presa oggi dalla Città metropolitana – ha commentato il presidente provinciale della Cia Roberto Barbero – e auspichiamo che ora l’Ente
se ne faccia portavoce di fronte alla Regione Piemonte per riportare in fretta la situazione alla normalità nei comprensori alpini e aiutarci a fare fronte all’aumento della popolazione di ungulati
dannosi per l’agricoltura».