Lavori ospedale in ritardo è polemica.

Lavori ospedale

A Venaria si attende ormai da molto tempo il termine dei lavori per la costruzione del nuovo ospedale di via don Sapino. Un “travaglio” per alcuni che, infatti, nei mesi scorsi non ha mancato di suscitare polemiche contro l’Amministrazione regionale piemontese. Nei mesi scorsi l’assessore alla sanità Antonino Saitta, insieme al direttore dell’Asl di riferimento, aveva quindi fatto un sopralluogo per accertarsi personalmente dello stato dell’arte.

La polemica

«L’Assessore Saitta, invece che assumersi la responsabilità della sua parte di competenza». Commenta il sindaco di Venaria Roberto Falcone. «Così come Venaria si è sempre assunta la responsabilità della propria, preferisce schivare e non rendere conto ai cittadini di un ritardo ormai evidente sul quale non ha saputo vigilare». «Per i venariesi è inaccettabile che mentre la procedura in capo al Comune relativa al parcheggio sta seguendo il cronoprogramma». «Tutto il resto no, soprattutto dopo le insinuazioni apparse sulla stampa durante l’estate».

Chiarimenti anche in Regione

Anche il gruppo regionale del Movimento 5 Stelle ha chiesto lumi all’assessore Saitta. Lo ha fatto nell’ambito del consiglio regionale con un’interrogazione. Lo conferma il capogruppo Davide Bono. «La Giunta regionale ha confermato il ritardo di circa 60 giorni rispetto agli impegni assunti nel contratto con la Regione Piemonte, dunque è facile prevedere uno slittamento rispetto alla data finale individuata nei primi tre mesi 2019». «Per quanto riguarda la solidità finanziaria dell’azienda – continua Bono in una nota -, l’assessore Saitta ha affermato di non avere informazioni a riguardo».

Leggi anche:  Cantiere abusivo denunciate sei persone

E invece…

«Eppure, da quanto ci risulta, SCR ha esposto difficoltà economiche della ditta appaltatrice e le conseguenti ripercussioni sul cantiere». Così sottolinea Davide Bono. «SCR ha maggiori informazioni e non le comunica alla Giunta regionale oppure Saitta non è informato sull’evoluzione di un’importante opera sanitaria come il polo di Venaria?». «In ogni caso si tratta di un fatto grave».

La “promessa”

«Continueremo a monitorare con attenzione l’evolversi della situazione con l’auspicio che il cantiere possa concludersi nei tempi previsti. Da troppi anni i Venariesi attendono quest’opera necessaria a garantire sul territorio servizi minimi». Così conclude la nota diramata quest’oggi dal consigliere regionale dei Cinque Stelle Davide Bono.